Ne ha per tutti il professor Luttwak intervistato a La Zanzara, Radio24, incalzato da Giuseppe Cruciani e David Parenzo: “Se l’Europa non è riuscita ad affrontare né la crisi economica e finanziaria né quella dei debiti e adesso non riesce ad affrontare questa crisi (umanitaria, ndr), vuol dire che è arrivato il momento di tornare alla sovranità nazionale”. Poi parlando del tema dei migranti, offre la propria soluzione: “La maggior parte non sono dei profughi ma migranti economici. Bisogna identificarli e mandarli a casa. Rimandandoli a casa c’è la dissuasione”. Poi Luttwak accusa l’italia: “All’inizio della crisi i ministri italiani hanno deliberatamente offuscato questa distinzione. C’è un odio o disprezzo verso la legalità. Se i migranti economici non verranno mandanti a casa verranno prima in tremila poi trecentomila e poi trenta milioni”. Il professore lancia accuse pesantissime al governo turco: “E’ troppo occupato ad arrestare giornalisti che dicono la verità su Erdogan e il partito di governo è un partito islamista che crede nel fatto che se mandano più mussulmani in Europa l’Europa diventerà musulmana”. Non manca l’ennesimo attacco a Papa Bergoglio sull’immigrazione: “Il Papa è colpevole di irresponsabilità come i ministri italiani quando parlano di povera gente che fugge dalla guerra e dalla fame. La guerra ti dà il diritto internazionale di asilo ma migliorare la posizione economica non ti dà nessun diritto”