Giornata tutta in salita per i parigini, con l’intera regione dell’Ile-de-France bloccata da oltre 1.500 trattori venuti da tutte le regioni per protestare contro le crescenti difficoltà degli agricoltori, stretti fra crollo dei prezzi dei loro prodotti e aziende costrette a chiudere tanto da chiedere le dimissioni del ministro dell’agricoltura Stéphane Le Foll. Già in nottata i trattori, partiti da due giorni soprattutto dal nord del Paese, erano a 15 km da Parigi. Stamattina sono in marcia concentrica attraverso le porte principali della città (porte d’Auteuil, porte de la Chapelle, Bercy e Gentilly) e stanno convergendo sulla place de la Nation. Un centinaio i pullman, mentre migliaia di manifestanti sono arrivati in treno e in pullman. La prefettura invita da ieri gli automobilisti a evitare Parigi e dintorni nella giornata di oggi