La foto è stata condivisa, solo dal profilo Facebook di Sandra Tsiligeridu, quasi 300 volte, ha ricevuto oltre 2.300 mi piace, ed è stata ripresa dai media internazionali. Nell’immagine l’ex top model, moglie di un medico e madre di tre figli, abbraccia Mohamed dopo averlo salvato dalle onde dell’Egeo e averlo accolto sulla barca dove si trovava con alcuni amici di ritorno da un’escursione nell’isola di Pserimos, vicino a Kos. “Era quasi incosciente quando l’abbiamo avvistato”, racconta Sandra su Facebook.

Il profugo era partito dalla Turchia su una barca diretta a Kos insieme ad altri 40 connazionali quando, ancora in alto mare, gli scafisti hanno perso uno dei remi. L’uomo a quel punto si è tuffato per recuperarlo ma a causa delle correnti non è riuscito a risalire a bordo: è rimasto in acqua per 13 ore. E’ riuscito a salvarsi solo grazie al giubbino di salvataggio che gli è stato gettato in mare dai connazionali e grazie all’aiuto dei turisti che lo hanno avvistato, all’inizio scambiandolo per un sub, e poi facendolo salire a bordo per portarlo sulla terraferma.