E’ cominciato nel deserto del Nevada, a circa duecento chilometri dalla città di Reno, il leggendario happening “Burning Man“. Sotto un sole cocente, e con temperature che raggiungono anche i 40 gradi, migliaia di persone pagano il biglietto di quasi 400 dollari per vivere una delle esperienze più utopiche e radical esistenti. Scopo della settimana di permanenza nel deserto è costruire l’utopica Black Rock City, salvo distruggerla nell’ultimo giorno del festival. Tra gli appassionati presenti a questa edizione, anche Mark Zuckerberg (Facebook) e Jeff Bezos (Amazon).