Marc Marquez davanti a tutti a Silverstone, nel Regno Unito. Come nell’ultima sessione di prove libere, il campione del mondo in carica si classifica davanti a Jorge Lorenzo che aveva dominato tutte le sessioni precedenti del Gran Premio di Gran Bretagna. Lo spagnolo della Honda ha chiuso le qualifiche con il miglior tempo, 2’00”234. Lorenzo si classifica in seconda posizione con un distacco di 288 millesimi davanti a Dani Pedrosa, terzo a +0.482. Valentino Rossi recupera il distacco mostrato ieri con un ottimo quarto tempo (+0.713). In seconda fila, al fianco del Dottore, partiranno le Yamaha di Pol Espargarò (+0.797) e Bradley Smith (+0.906). Completano la top ten Redding, Crutchlow, Andrea Iannone su Ducati e Aleix Espargarò (Suzuki).

“E’ stato un giro abbastanza buono ma non perfetto, si può dare ancora qualcosa di più”, commenta Marquez. Allo spagnolo non basta aver conquistato la pole nel Gp di Gran Bretagna. “Sono contento per questa pole”, aggiunge ai microfoni di Sky Sport perché “il feeling con la moto era molto buono e ho subito capito che si poteva fare la pole”, ma avverte che domani “sarà una gara dura”.

“Tutti hanno fatto tempi incredibili, sembrava che tutti andassero più veloci verso la fine”, dice Jorge Lorenzo. Lo spagnolo della Yamaha ha spiegato ai microfoni di Sky Sport: “Sapevamo che qui la Honda è molto esplosiva. Con la nostra moto era complicato ottenere la pole, ma è un grande risultato. Occorreva il giro perfetto per essere in prima fila”.

Soddisfatto per il giro da terza posizione Dani Pedrosa: “Sono contento per la prima fila, era molto importante. Qui è sempre difficile”, spiega. Secondo lo spagnolo domani sarà determinante una variabile: “Dovremo vedere anche il meteo, che sarà molto importante. Potrebbe cambiare e quindi dobbiamo essere pronti”.

Prove libere

Jorge Lorenzo aveva dominato le prime tre sessioni di prove libere sul circuito di Silverstone, nel Regno Unito. Poi nella quarta ed ultima parte, prima delle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna classe MotoGp, il più veloce era stato Marc Marquez. Il campione del mondo in carica aveva terminato sempre secondo nelle prove precedenti, dietro al maiorchino. L’Honda di Marquez aveva chiuso con il tempo di 2’01”491, davanti alla Ducati di Andrea Iannone, secondo a 847 millesimi. Terzo Dani Pedrosa staccato di 893 millesimi, davanti al connazionale Jorge Lorenzo (Yamaha). Valentino Rossi (Yamaha) settimo.