Il presidente della regione Sicilia Rosario Crocetta contesta furiosamente i dati citati dai servizi della trasmissione di La7 sui forestali in Sicilia, sui loro costo e sulla sede aperta a Bruxelles in cui sei dipendenti svolgerebbero non meglio precisate mansioni. “Vi siete inventati dei dati falsi”, sbotta il governatore siciliano, e parte il diverbio con uno dei conduttori di In Onda, Tommaso Labate. “Si rivolga alla Corte dei conti”, lo esorta il giornalista. E lui: “La Corte dei conti non le dice ‘ste stronzate”. Poi Crocetta polemizza anche con Roberto Formigoni. La contesa è sui fondi europei non utilizzati dalla regione. “Sono stanco che continuate a dire queste banalità”, attacca il presidente della Sicilia, che rilancia: “E’ chiaro che in Lombardia non c’hanno i forestali, hanno il corpo forestale dello stato, loro. Mentre la Sicilia è una regione autonoma”. E Formigoni: “E’ questo l’errore”. Crocetta non ci sente più: “Un errore? Abbiamo fatto una grande battaglia di liberazione”. A questo punto interviene il direttore di Libero Maurizio Belpietro esasperato dalle continue sfuriate di Crocetta, e sbatte la mano sul tavolo: “Quello che sta dicendo non è vero, punto”