Il premio Oscar Mel Gibson, domenica sera all’esterno di un cinema a Sidney, dove si trovava per le riprese del suo ultimo film, avrebbe aggredito verbalmente una fotografa che ha poi sporto denuncia contro di lui. La polizia australiana sta cercando testimoni dell’incidente. La donna stava scattando alcune immagini di Gibson, 59 anni, che si trovava in compagni della sua attuale compagna, una giovane donna di 24 anni, prima di venire, a suo dire, spintonata ed insultata dal pluripremiato attore e regista.

“Mi ha sputato in faccia e mi ha urlato contro, dandomi della cagna, dicendomi che non sono nemmeno un essere umano e che andrò all’inferno”, ha raccontato la fotografa Kristi Miller, che lavora al ‘Sydney Daily Telegraph’. “Non si fermava nemmeno per prendere fiato, continuava a insultarmi”, ha aggiunto. La ragazza ha anche raccontato che Gibson la minacciava, mostrandole il pugno. Solo l’intervento della nuova compagna dell’attore avrebbe fermato la sua ‘furia’.