“Il funerale non si nega a nessuno”. Tra gli stand del Meeting Cl di Rimini, non è facile trovare un parere diverso su quanto accaduto a Roma nei giorni scorsi. Il funerale in stile hollywoodiano del boss Casamonica, con tanto di carrozza sul sagrato della parrocchia di San Giovanni Bosco e gigantografie, non scandalizza i visitatori della kermesse. “Il parroco non ha sbagliato, non poteva fare altrimenti, perché il giudice è uno e non siamo noi che giudichiamo”. Certo, aggiunge un altro, “se c’è stata una strumentalizzazione di persone legate alla malavita è inaccettabile, ma se il funerale si è svolto secondo i canoni tradizionali non c’è nulla di male. Non si può emarginare un uomo da morto”. Una soltanto la voce fortemente critica: “Quel funerale è stato uno schiaffo alla povertà, ed è scandaloso che sia stato fatto in una chiesa, e con quello sfarzo”  di Giulia Zaccariello