Maxi rissa in campo, arbitri aggrediti e calciatrici che lanciano bottiglie al pubblico sugli spalti: è l’incredibile epilogo di una partita di calcio femminile in Ecuador. L’episodio è avvenuto allo stadio Atahualpa di Quito al termine della sfida fra Cotopaxi e Esmeraldas, valida per le qualificazioni ai Giochi nazionali pre-juniores e vinta dal Cotopaxi per 3-2. Innervosite dalla rimonta subita, le giocatrici dell’Esmeraldas si sono scagliate contro le avversarie, colpendole con calci e pugni. Alcune di loro hanno accerchiato, spintonato e colpito anche la terna arbitrale, altre hanno raccolto alcune bottiglie da terra e le hanno lanciate sugli spalti contro i tifosi della squadra avversaria. Le autorità sportive sudamericane hanno aperto un’inchiesta per prendere dei provvedimenti nei confronti delle giovani calciatrici