C’è chi cerca il grande colpo dell’estate, come la Juventus. Chi ha già comprato tanto, forse troppo, e adesso deve dare un senso alla squadra, come l’Inter. La Roma forse può considerarsi al completo, Milan e Napoli quasi, a caccia degli ultimi tasselli. Mentre la Lazio aspetta l’esito del preliminare di Champions per cominciare il suo mercato. Alla fine di agosto e della sessione trasferimenti mancano ancora due settimane. Ma il campionato è alle porte e l’impressione, dopo la campagna acquisti più attiva degli ultimi anni, è che quasi nessuno sia pronto per l’inizio della stagione.

JUVENTUS: ALLEGRI ASPETTA UN TREQUARTISTA – Marotta fin qui ha lavorato soprattutto in prospettiva: tanti giovani per continuare a dominare in Italia e crescere in Europa. Dybala, Rugani, Zaza e Neto garantiscono il futuro. Mandzukic già in Supercoppa ha dimostrato di poter sostituire Tevez (almeno a livello di gol). L’addio di Vidal, però, ha aperto un buco a centrocampo. Per ora la maglia numero dieci se l’è presa Pogba, ma Allegri aspetta un grande nome per chiudere in positivo il saldo dell’estate. Il tedesco Draxler o lo spagnolo Isco accontenterebbero tecnico e tifosi. Con uno dei due, i bianconeri sarebbero di certo i più forti ai nastri di partenza. Probabilmente lo saranno in ogni caso.

ROMA: TRIDENTE NUOVO PER GARCIA – I giallorossi sono quelli più avanti di tutti per costruzione della rosa. Dopo qualche settimana di stallo, con una decisa accelerazione Walter Sabatini ha regalato a Rudi Garcia un tridente nuovo di zecca per dare l’assalto allo scudetto: prima Iago Falque, poi in rapida successione Salah e Dzeko. Da verificare la convivenza del bomber bosniaco con Totti, ma nessuno in Italia può vantare un attacco di questo livello. Con la conferma in blocco del centrocampo e l’arrivo del terzino Lucas Digne, manca solo un cambio in difesa (o forse due) per completare il roster. Nel mirino il tedesco dello Stoccarda Antonio Rudiger.

LAZIO: LOTITO IN ANSIA PER LA CHAMPIONS  Il mercato della Lazio, praticamente, non è ancora cominciato: Hoedt, MilinkovicSavic, Morrison e Kishna non bastano a scaldare l’entusiasmo dei tifosi. Soprattutto non dopo il terzo posto dello scorso anno. Ma è proprio questo il punto: Lotito ha speso per andare in Champions, adesso aspetta l’esito del preliminare per rientrare dell’investimento e, eventualmente, rilanciare. Tutto dipenderà dalla doppia sfida contro il Bayer Leverkusen. Ma dopo il ritorno del 26 ci sarà ancora tempo sufficiente per costruire una squadra da Champions? Pioli aspetta almeno un attaccante, in caso di sconfitta il rischio è la partenza del neo-capitano Biglia.

NAPOLI: SARRI CERCA DIFENSORI – Il colpo più importante è stato trattenere (fino a prova contraria) Higuain. Sul campo Valdifiori, spalleggiato da Allan, è pronto a prendere in mano lo scacchiere tattico di Sarri, che punta su Insigne trequartista e ha l’abbondanza della scelta davanti tra Mertens, Callejon e Gabbiadini. Il problema dei partenopei, però, con Mazzarri e Benitez, è sempre stato la difesa. Tra i pali è tornato Reina, al centro è arrivato Chiriches, sulla fascia Hysaj. Serve almeno un altro centrale e un altro terzino per avere una squadra da Champions. Tanti i nomi, il più caldo Maksimovic del Torino.

MILAN: POCA QUALITÀ A CENTROCAMPO  Il precampionato è stato incoraggiante: Mihajlovic sta lavorando nella giusta direzione e dopo una trattativa estenuante è arrivato anche Romagnoli, con l’etichetta ingombrante di “nuovo Nesta“. Bacca ha dimostrato di poter essere l’arma in più dei rossoneri, insieme alla tempra del tecnico serbo. Servirebbe ancora un uomo in grado di dare qualità in mezzo al campo, problema solo parzialmente risolto con l’acquisto di Bertolacci. Con il sogno Ibrahimovic un po’ più lontano, possibile che Galliani faccia un ultimo sforzo a centrocampo per costruire una squadra da podio.

INTER: LAVORI IN CORSO PER MANCINI  Miranda, Murillo, Montoya, Kondogbia, Jovetic. Mancini ha stravolto la rosa e non è ancora soddisfatto: arriveranno almeno un terzino (Coentrao o Siqueira) e un esterno (Perisic o Perotti) per varare il 4-3-3 che dovrebbe rivitalizzare i nerazzurri. Le cessioni di Shaqiri e soprattutto di Kovacic al Real Madrid hanno messo a posto il bilancio. Dopo l’ennesima rivoluzione, però, la squadra fatica ancora a ritrovarsi sul campo, come dimostrano i risultati negativi in amichevole. Il vecchio presidente del Catania Massimino suggerirebbe a Thohir di comprare anche l’amalgama.

Twitter: @lVendemiale

– Roma, Cole verso l’addio: c’è Digne (leggi qui) 

– Lazio, pressing United su Biglia: offerti 30 milioni (leggi qui)

– Napoli, individuato il vice Higuain: è Gilardino (leggi qui) 

– Inter, Mancini: “Kovacic? Ceduto per il bilancio” (leggi qui)

TUTTE LE TRATTATIVE FINORA CONCLUSE