È stata la contrada della Tartuca, con Querino montato da Giuseppe Zedde detto Gingillo, a vincere la seconda prova in vista del Palio di Siena del 16 agosto, dedicato alla Madonna Assunta. Alla mossa, al momento dell’ingresso dell’Onda dalla posizione di rincorsa, ottima partenza di Valdimontone, Chiocciola, Tartuca ed Oca. Quest’ultima contrada ha condotto per tutto il primo giro poi, prima della seconda curva di San Martino, il sorpasso della Tartuca che ha concluso per prima i tre giri di Piazza del Campo.

Venerdì sera, alle 19.15, si corre la terza prova con l’ordine di ingresso alla mossa che segue l’ordine di estrazione dei cavali al momento della tratta e quindi: Lupa, Torre, Selva, Chiocciola, Tartuca, Valdimontone, Istrice, Onda, Nicchio e Oca di rincorsa.

Tutte confermate le accoppiate cavallo-fantino nelle 10 contrade: nella Lupa, sul cavallo Mocambo, c’è Jonatan Bartoletti detto Scompiglio; nella Torre, su Roba e Macos, Andrea Mari detto Brio; nella Selva, su Polonski, Giovanni Atzeni detto Tittia; nella Chiocciola, su Quasimodo di Gallura, Alessio Migheli detto Girolamo; nella Tartuca, su Querino, Giuseppe Zedde detto Gingillo; nel Valdimontone, su Raktou, Carlo Sanna detto Brigante; nell’Istrice, su Porto Alabe, Luigi Bruschelli detto Trecciolino; nell’Onda, su Preziosa Penelope, Alberto Ricceri detto Salasso; nel Nicchio, su Qulpa di Gallura, Valter Pusceddu detto Bighino; e infine nell’Oca, su Quadrivia, c’è Enrico Bruschelli detto Bellocchio