Il parco del Colle Oppio, di fronte al Colosseo a Roma, è da anni abbandonato al più completo degrado. Immondizia ovunque, immigrati accampati, panni stesi accanto ai monumenti, tende e amache anche dentro la Domus Aurea, la residenza dell’imperatore Nerone. “Stiamo aspettando l’Ama e i Carabinieri per uno sgombero – spiega un funzionario della soprintendenza – c’è un immigrato accampato dentro la Domus Aurea, con tenda e amaca. Tutti i giorni è così”. Il parco che affaccia sull’Anfiteatro Flavio sembra una discarica a cielo aperto. I pochi turisti che passano sono scandalizzati: “Dovrebbe essere migliore per accogliere i turisti che vengono da tutto il mondo”, dice un signore israeliano. “Questi li portiamo a casa visto che non c’è un cestino per buttarli”, rimarca un ragazzo olandese. Ed anche gli immigrati che vengono nel parco per prendere un po’ di fresco non comprendono come sia possibile che un posto così importante sia così sporco. “Se il sindaco ci dà gli strumenti lo puliamo noi”, promette un ragazzo bengalese