Bmw ha deciso di ricorrere alle vie legali contro la scelta di Google di chiamare Alphabet la nuova conglomerata che riunisce tutte le attività dell’impero californiano. I vertici della casa automobilistica tedesca hanno dato mandato ai propri avvocati di accertare il diritto di esclusiva sul marchio, dal momento che è già la ragione sociale di una filiale Bmw che si occupa di leasing e car sharing, chiamata appunta Alphabet Fuhrparkmanagement.

L’annuncio del nuovo nome arrivato lunedì sera da Mountain View, secondo quanto scritto dal settimanale tedesco Wirtschafts Woche, ha provocato subito problemi al gruppo di Monaco di Baviera: il sito web di Alphabet è stato preso d’assalto da migliaia di utenti che hanno intasato i server alla ricerca di informazioni, bloccando per alcune ore il portale per eccesso di contatti.

Gli avvocati incaricati dalla Bmw sostengono che si tratta solo di un’operazione “di routine”, ma “è stata una sorpresa non essere stati contattati da Google per chiarire sull’utilizzo del marchio” scelto da Larry Page e Sergej Brin per la nuova capogruppo.