La tensione sull’isola greca di Kos fra i rifugiati e le autorità ha preso a salire dal pomeriggio di lunedì, dopo che ha cominciato a circolare in rete un video in cui si vedeva distintamente un agente di polizia schiaffeggiare un migrante tenendo un coltello nell’altra mano con cui gli indicava di tornare indietro dal luogo dove era venuto.
Poco dopo si vede lo stesso poliziotto che spintona un altro clandestino per allontanarlo. Il video, girato all’esterno del commissariato di Kos, ha provocato immediate reazioni in tutta la Grecia. Dopo la diffusione di quelle immagini, l’agente di polizia è stato sospeso dal servizio e sulla vicenda è stata aperta un’indagine amministrativa