Frenetico botta e risposta tra il senatore della Lega Nord, Sergio Divina, e il segretario nazionale dell’Idv, Ignazio Messina, durante “L’aria che tira estate”, su La7. L’argomento dibattuto concerne un servizio incentrato sui beni confiscati alla mafia. Immediato il commento del leghista: “Non è mica tanto appassionante ‘sta storia per la gente“. Messina prende la parola e osserva: “Non è una storia appassionante, ma drammatica. Questi beni hanno un problema di fondo: sono fortemente ipotecati dalle banche. A un cittadino onesto non vengono dati i soldi dalle banche, mentre il mafioso stranamente i soldi li prende. Il problema di questi immobili, quindi, è che non si possono assegnare, perché le banche non vengono pagate e lo Stato non ha i soldi per pagarle”. L’esponente Idv menziona alcuni esempi di situazioni inspiegabili in Sicilia, ma Divina, visibilmente annoiato, chiede al conduttore: “Ma non ha una domanda più interessante da fare?“. Poi si rivolge a Messina, che accusa la Lega di aver negato l’esistenza della mafia al Nord: “Il guaio è che tu vivi in Sicilia, mica ci viviamo noi della Lega. Sono problemi di casa tua