Berkshire Hathaway, la società di Warren Buffett, ha acquistato per 37,2 miliardi di dollari Precision Castparts Corp, che produce componenti per l’industria aerospaziale. Per il guru della finanza, noto come “l’oracolo di Omaha” per l’infallibile fiuto per gli affari, si tratta della maggiore acquisizione mai fatta. Oggetto dell’operazione è “il fornitore di elezione dell’industria aerospaziale mondiale, una delle principali fonti di esportazioni americane”, ha fatto sapere Buffett, che a marzo insieme a 3G Capital Partners ha acquisito Heinz per 23 miliardi di dollari per fonderla con Kraft.

L’accordo è stato propiziato dal fatto che nell’ultimo trimestre Precision Castparts ha registrato profitti in calo del 17% a causa della riduzione della domanda da parte dell’industria del gas e del petrolio. Una difficoltà che l’ha resa una preda perfetta. Dal canto suo Berkshire, che macina ricavi annuali per circa 200 miliardi di dollari, aveva bisogno di acquisizioni importanti per incidere sugli utili. L’ultima trimestrale della holding di Buffett è stata sotto le attese degli analisti causa del rallentamento del settore assicurativo e delle conseguenti svalutazioni. Il secondo trimestre si è chiuso con un utile netto in calo del 37% a 4,01 miliardi di dollari rispetto ai 6,4 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso. L’utile operativo è calato del 10% a 3,89 miliardi di dollari dai 4,33 miliardi del 2014.