Un vicesceriffo del Kentuky, negli Stati Uniti, Kevin Sumner è stato denunciato per aver ammanettato un bambino di 8 anni in una scuola. S.R., alunno dell’istituto a stelle e strisce, è un bambino che soffre di A.D.H.D. un deficit di attenzione e iperattività. La punizione deriverebbe, secondo l’American civil liberty union, da alcuni comportamenti causati proprio da questo disturbo. Nel video, girato da qualcun altro presente al momento e diffuso in rete, si vede il minore seduto su una sedia, in lacrime, mentre l’agente continua a ripetergli: “Vuoi che le tolga? Allora dovrai chiedermelo gentilmente e comportarti bene”. Secondo la Cnn il vicesceriffo è accusato di aver ammanettato oltre al bimbo di 8 anni anche una bambina di 9, anche lei con lo stesso disturbo. Entrambi gli avvenimenti risalirebbero allo scorso autunno. Le manette, sostiene l’American civil liberty union citando fonti della scuola, sono state tolte dopo 15 minuti. Ai microfoni della Cnn il legale dell’agente ha sostenuto che le manette siano state applicate perché i bambini stavano mettendo, con il loro comportamento, a rischio sia se stessi che gli altri intorno a loro. Riportiamo solo alcune parti del filmato originale per non urtare la sensibilità degli spettatori  di Chiara Carbone e Gisella Ruccia