Inviare un’email sbagliata si avvia a diventare una gaffe del passato. Grazie a Dmail, un’estensione per ora utilizzabile solo su Google Chrome è possibile infatti inviare messaggi che si autodistruggono dopo essere stati inviati.

Sviluppata dal team di Delicious, l’estensione aggiunge una nuova funzionalità all’interfaccia di Gmail che offre la possibilità di specificare dopo quanto tempo l’email deve autodistruggersi. Un’ora, una settimana o mai. Ma anche in caso venga selezionata l’opzione “mai” è possibile intervenire più tardi entrando nella propria casella dei messaggi inviati e cliccare su “Revoke mail”. In questo modo viene impedito l’accesso alla lettura della mail in qualsiasi cartella.

Dmail, a differenza di altri prodotti di messaggistica sicura, non prevede che anche i destinatari utilizzino il servizio. Se non hanno l’estensione installata riceveranno una mail che dice: “Questo messaggio sicuro è stato inviato tramite Dmail. Per visualizzare il messaggio, è sufficiente fare clic sul pulsante in basso”. Cliccando su “Visualizza messaggio” l’utente viene reindirizzato a una pagina web dove è possibile leggere la mail.

Se invece l’estensione è stata installata è possibile leggere il messaggio all’interno di Gmail, mentre in caso di revoca del messaggio i destinatari con l’estensione installata vedranno un messaggio che recita: “Questo messaggio è stato distrutto e non è più disponibile” e quelli senza estensione vedranno che il messaggio non è disponibile.

Per non rendere visibili i messaggi, Dmail utilizza un algoritmo di crittografia standard a 256-bit che cripta localmente l’email sulla macchina dell’utente. Secondo quanto afferma l’azienda né i server di Gmail, né Dmail mai ricevono sia la chiave di decrittazione sia il messaggio cifrato. Solo il destinatario e il mittente sono in grado di leggere l’e-mail nel modo classico”.

Sviluppato da un team di sette persone che ci hanno lavorato per mesi, Dmail è stato sottoposto a test interni e poi presso gli utenti di Delicious prima di essere rilasciato. L’estensione per Chrome è però solo il primo passo di un cammino che vedrà il rilascio di applicazioni per Google app, per iOS questo mese e successivamente anche per Android. Queste applicazioni consentiranno agli utenti di comporre e leggere Dmail direttamente dal proprio smartphone.

Delicous prevede di fare di Dmail un servizio freemium, dove alcune funzionalità saranno libere, mentre per accedere a tutta la soluzione bisgnerà pagare una fee. Una delle funzionalità a pagamento potrebbe consistere nella possibilità di allargare la possibilità dell’autodistruzione anche ai documenti.

L’estensione arriva dopo che, qualche tempo fa, Google ha presentato una nuova funzionalità di Gmail. Si tratta di Unsend che offre agli utenti la possibilità di fermare le mail mandate per sbaglio. Per attivare l’opzione bisogna andare su impostazioni e cliccare su “abilita annulla invio”. Così si avranno da cinque a trenta secondi per ovviare all’errore.