Salvate il soldato Pippa! Arisa, che ci ha abituati a una spontaneità strabordante, a volte forse eccessiva, ma sicuramente genuina e almeno per questo apprezzabile, ultimamente sembra aver perso il controllo dei suoi interventi social. In principio era stato il selfie sulla tazza del bagno, con tanto di ode alla regolarità intestinale. Poi il taglio di capelli che potremmo definire coraggioso, con tanto di parodie, sfottò sui social, paragoni con il Joker di Batman e via così, come è consuetudine in Rete.
Rosalba Pippa ama provocare, evidentemente, ma altrettanto evidentemente pare non sia pronta a tenere botta, a sopportare l’ovvia reazione di chi frequenta assiduamente i social network.
E agli sfottò, tantissimi e a volte godibilissimi, non ha reagito benissimo. Un paio di giorni fa si è sfogata con un post su Facebook: “Buonasera detrattori, come state? Malino mi sembra da quello che leggo. Ma perchè non andate via dalla mia pagina e vi fate una bella vacanza? Una passeggiata… Un gelatino? D’estate ci sta tutto. Mi fate una tristezza. Buona notte”.

Buonasera detrattori, come state? Malino mi sembra da quello che leggo.Ma perchè non andate via dalla mia pagina e…

Posted by Arisa on Venerdì 31 luglio 2015

E no, cara Arisa, in realtà non funziona così. Ovviamente la cantante lucana è e deve essere libera di usare i social network come meglio crede, di dare sfogo alla sua bizzarra creatività, di farsi sfregiare i capelli e di sentirsi comunque bellissima (anzi, questo è un pregio che le va sinceramente riconosciuto). Ma poi, visto che è un personaggio pubblico, conosciutissimo, per certi versi amatissimo, ci sta pure che i troll, gli haters, i semplici burloni che scorrazzano sui social reagiscano così. E lei, da personaggio pubblico che non ha problemi a esporsi, dovrebbe abbozzare un sorriso, fare buon viso a cattivo gioco e incassare. Soprattutto se, a poche ore dal post incazzato contro i detrattori, pubblica un altro video, l’ennesimo, che definire imbarazzante è eufemistico. Musica rap in sottofondo, lei in macchina che muove la testa seguendo il ritmo, poi una linguaccia buttata lì, a caso. Un altro capolavoro di inutile spontaneità (o di spontanea inutilità, fate voi). Che poi, ribadiamo: lei faccia come crede. Posti tutte le foto buffe che vuole, i video bislacchi, i tagli più orrendi. Ognuno è padrone sui social suoi. Ma a un’azione corrisponde sempre una reazione. Soprattutto sul web, soprattutto se sei così famosa. Soprattutto se non fai nulla, ma proprio nulla, per evitare gli sfottò. Anzi.