L’Europa non funziona, tutti al capezzale dell’Europa. Fischer o Schaeuble? Ci siamo anche noi: “Gli italiani spingono per un governo europeo e non sono disposti ad accettare ulteriori cessioni di sovranità se non a una istituzione legittimata dal voto popolare.” Posizione diffusa ma pericolosissima. In mancanza di una Costituzione europea e di pesi e contrappesi, produrrebbe di volta in volta ‘dittature della maggioranza’ violente anche perché totalmente legittimate a differenza di oggi. A me, quando sento ripetere queste tesi, viene in mente: “Gli italiani hanno una cultura democratica di scarsa profondità”. La democrazia giacobina è estranea all’esperienza e alla cultura occidentale degli ultimi due secoli: un motivo ci sarà…!

Un aperitivo di quel che sarà (sarebbe) è il caso Eurogruppo-di-creditori vs Grecia: “O accetti le ns condizioni o noi semplicemente distruggiamo la vostra economia, via chiusura banche“: non potrebbe mai accadere in una democrazia liberale, costituzionale. V’immaginate se la California fa default e la Fed in risposta fa fallire le sue banche?! Impensabile!

Dunque: democrazia (liberale) = Costituzione = tutela dei diritti della/e minoranza/e. Ma a quale Costituzione Economica e Monetaria tendere, dopo il fallimento di Maastricht? Due tribù si fronteggiano. Da un lato la Germania, i creditori, le elite, le classi superiori, i rentiers… vogliono austerità e riforme strutturali per motivi distributivi. Propongono di rafforzare Maastricht. Dall’altro lato timidamente la Francia, molti economisti (in Europa i keynesiani, nel resto del mondo quasi tutti), le classe medie e popolari, i cosiddetti partiti populisti, ecc.… vogliono rilanciare occupazione e Pil; e le proposte non mancanoMa le idee e le priorità delle due tribù sono agli antipodi. Sarà perciò impossibile riscrivere assieme ai tedeschi regole sull’euro simil-costituzionali radicalmente più funzionali (come è necessario) di quelle attuali (dal whatever it takes in giù).

Che fare quindi? L’alternativa che ci presentano le elites europee per ‘salvare l’Euro’ è: o creare un Mostro, un Leviathan Europeo totalitario, senza Costituzione ma legittimato dal voto popolare; o rafforzare l’attuale Europa intergovernativa comunque a guida tedesca (perché basata sulle regole monetarie vigenti scritte all’epoca dalla prima tribù, e oggi oltretutto di volta in volta selezionate, reinterpretate, o anche reinventate di sana pianta dalla Germania: v. link sopra). Non una bella alternativa.

Ma dovendo scegliere? Diffidiamo degli apprendisti stregoni.