“I cinque stelle non dovrebbero stare in Parlamento, sono lì con i voti di uno solo, rubano gli stipendi, sono figli di uno che è stato condannato”. Vittorio Sgarbi dopo aver offeso la conduttrice Francesca Barra a In Onda Estate (La7) che lo aveva ripreso per le contumelie verso Alfano e Verdini, inveisce contro i deputati pentastellati. “Deficienti totali” dichiara in collegamento. Poi il critico d’arte (in collegamento da Ponza per la rassegna ‘Ponza d’autore’) continua con il suo profluvio di offese. Questa volta contro le procure di Trani e Napoli: “Le degradate procure del Meridione, cioè quelle di Trani e Napoli, hanno fatto dimettere il povero Sarro e si pensi anche al povero Papa (Carlo Sarro deputato di FI e Alfonso Papa ex deputato Pdl, ndr), rubano lo stipendio con inchieste del cazzo”