Solo pochi anni fa, gli italiani vantavano (o millantavano?) una attività sessuale invidiabile: era il 2012, e uno studio commissionato da C-Date riferiva che il 20% degli intervistati giurava di far sesso una volta al giorno. Un altro corposo 48%, poi, si “accontentava” di un rapporto a settimana. Ora, amici, guardiamoci negli occhi: l’autocertificazione andrà bene all’anagrafe, ma quando si parla di sesso, questi dati hanno la credibilità del Mago Do Nascimiento.

Molti, tra noi, non hanno un partner fisso o occasionale per dare sfogo alle loro fantasie sessuali. Vuoi perché il tempo libero è quello che è, vuoi perché magari non siamo poi così affascinanti, fatto sta che è sempre più difficile “rimorchiare”. E visto che da queste parti ci preoccupiamo per voi (e per noi stessi), ecco sette valide alternative da prendere in considerazione in questa estate bollente.

1. Trollare su Facebook le persone che fanno sesso
Analizzate con precisione la vostra friendlist su Facebook e scegliete il/la più mandrillo/a di tutti, la tipica persona che vive secondo l’antico adagio secondo cui “ogni lasciata è persa”. Fatto? Bene. Ora postate la seguente frase sulla sua bacheca: “Ciao, come stai? Stamattina mi sono svegliato pensando a te. Mi chiedevo se poi fossi riuscito/a a risolvere il fastidioso problema delle piattole. Hai provato con l’Aftir gel?”. Oppure: “Cara, ripensando alla domanda che mi hai fatto ieri, pare che la secchezza vaginale possa essere sintomo di una brutta candidosi. Stai attenta!”.

2. Abbonarsi a La Croce di Mario Adinolfi
Purtroppo non va più in edicola, il giornale crociato di Marione, ma ci rimane sempre la versione pdf o semplicemente il sito. Abbonatevi in massa, leggete ogni giorno i pippotti da quaccheri puritani di Costanza Miriano e in pochi giorni perderete ogni istinto sessuale. Diventerete più casti di Roberto Formigoni, più puri di suor Cristina.

3. Iscriversi al PD
In casi del genere, forse la cosa migliore da fare è circondarsi di persone che stanno peggio di te. Quale migliore occasione, insomma, per richiedere la tessera del Partito democratico? Andare a messa con Guerini, partecipare a un dibattito sugli enti locali con Fabrizio Barca, cuocere salamelle con Flavio Zanonato alla Festa dell’Unità, potrebbe servire a ricordarti che c’è gente davvero disperata al mondo e che la tua astinenza sessuale, in fondo, è solo un piccolo puntino in una società devastata dalla tristezza.

4. Partecipare a una cena elegante tenuta nella casa di un vecchio milionario
Se invece volete rimediare qualcosa, qualsiasi cosa, pur di interrompere il fastidioso digiuno, c’è sempre il vecchio e collaudassimo metodo delle cene eleganti. Ormai sono fuori moda, è vero, ma tutti abbiamo un amico milionario, un po’ anziano ma sempre arzillo, pronto a regalare collanine a giovani amiche disposte a tutto. In questi casi, si consiglia guardaroba burlesque e probabilmente toccherà anche sganciare qualche euro.

5. Collezionare francobolli solo per il gusto di leccarli
In tempi di guerra e carestia, ci si arrangia con quello che si ha a disposizione. E allora, cari amici senza sesso, visitate il sito della Bolaffi e ordinate una supermegaultra collezione di francobolli. Entro pochi giorni vi verranno recapitati a domicilio e potrete cominciare a leccarli per bene, uno dopo l’altro, per attaccarli nel vostro raccoglitore. Da una prima visita veloce al sito in questione (solo per documentazione professionale, fidatevi) abbiamo notato la presenza di alcuni pezzi particolarmente adatti al nostro scopo, come il francobollo da euro 0,41 dedicato a Dolce & Gabbana, con in bella mostra un reggiseno nero. Ma i francobolli si leccano dietro, non davanti. Non dimenticatelo.

6. Inventarsi liste di cose da fare se non hai nessuno con cui fare sesso
E’ un po’ quello che è successo a noi, e vi assicuriamo che funziona. Almeno per un paio d’ore le vostre energie saranno concentrate su altro e dimenticherete la penuria che attanaglia la vostra inesistente vita sessuale. Certo, subito dopo il bisogno tornerà prepotentemente a farsi sentire, ma affrontiamo un problema alla volta.

7. Trovare qualcuno con cui fare sesso
Dulcis in fundo, la soluzione principe al problema. Sia chiaro: il meretricio (di qualsivoglia genere o inclinazione sessuale) non vale. Serve un adulto consenziente che sia disposto a giacere con voi. Sarà dura, immagino, visto che se siamo qui è proprio perché non riuscite a trovare nessuno. Ma tentar non nuoce e se va proprio male, vi consigliamo di usare la carta della pietà: fingete di avere pochi mesi di vita e di voler coronare un sogno erotico. Il/la malcapitato/a di turno potrebbe muovere a compassione e concedersi. Buona fortuna.