“Il Partito democratico esegua il volere della magistratura e della giustizia e ne faciliti il lavoro. Il capogruppo del Pd al Senato, Zanda ha chiesto libertà di coscienza. Qui la coscienza dice solo una cosa: deve dettare un ordine preciso, Azzolini come richiede la magistratura deve essere arrestato”. Così Barbara Lezzi, senatrice del Movimento 5 Stelle e membro della commissione Bilancio, durante il dibattito sul voto della richiesta d’arresto del senatore Azzollini (Ncd). “Durante la legge di stabilità del 2013 in commissione Bilancio ci fu un ‘marchettificio’ da 1 miliardo di euro e c’erano tutte le forze politiche ad esclusione del Movimento 5 Stelle. Nelle intercettazioni sull’inchiesta che riguarda Azzollini abbiamo letto dell’antipatia verso le 4 senatrici del Movimento 5 Stelle in commissione Bilancio che si opponevano agli emendamenti ‘marchetta’ al centro di questa indagine. Tutto è chiaro. Si proceda all’arresto”, ha spiegato la portavoce 5 Stelle a Palazzo Madama