Emma Bonino si comporta come non facesse più parte del Partito radicale. Non la vediamo mai, non ci consultiamo mai. Non partecipa mai a nessun incontro, non discute di nulla con noi, non parla con noi”. Così il leader dei Radicali Italiani, Marco Pannella, nel colloquio settimanale a Radio Radicale con Massimo Bordin. Pannella snocciola le sue ragioni: “La Bonino fece chiamate a mezza Italia per impedire che Feltrinelli pubblicasse un libro sulle lettere che mi aveva mandato Matteo Angioli dall’Australia, con la prefazione di Carlo Ripa di Meana e Angiolo Bandinelli. Disse che se il libro fosse uscito, lei si sarebbe dimessa dal partito radicale. Il libro – continua – non è mai stato pubblicato, ma lei è come se si fosse dimessa”. Poi affonda: “Per lei il problema è quello di far parte del jet set internazionale. Se lei era stata inserita nel governo – continua -, io forse un tantino c’entravo con Giorgio Napolitano“. Ieri sera la replica dell’ex ministro degli Esteri: “Io fuori dai Radicali? Ma siete scemi? Sono iscritta a quel partito a 2.500 euro al mese“. E ancora: “Il libro che non avrei fatto uscire? Chiedete a Pannella” (dal canale Youtube di M. Bechis) Guarda il video integrale