Maria, 16 anni, mercoledì scorso è sparita dalla sua casa di Rozzano, hinterland meridionale di Milano. A denunciarlo è la madre, Loredana P., che ha denunciato la scomparsa ai carabinieri: “Non ha mai fatto una cosa del genere, non si è mai allontanata da casa, sono disperata non so più cosa pensare, spero qualcuno mi aiuti”. “I carabinieri mi hanno detto di stare tranquilla e che stanno procedendo con le indagini – continua – Io però non riesco a stare con le mani in mano, adesso con l’aiuto di amici vogliamo tappezzare tutti i dintorni con manifestini con la sua foto”.

Loredana dice di essersi già rivolta anche alla redazione del programma di Raitre, Chi l’ha visto?. Numerosi anche i messaggi che ha postato sul suo profilo Facebook. “L’ansia mi sta divorando dentro sono super distrutta piango non dormo ti prego Maria torna da me non vedo l’ora di abbracciarti e stringerti tra le mie braccia – ha scritto – torna, torna ti prego“.

Maria invece sul suo profilo tra le ultime foto ha pubblicato quelle con un suo nuovo ragazzo con il quale appare serena e felice. “Il primo a cui ho telefonato quando non è tornata è stato lui – ha detto la madre – Ma lui è a casa sua”. La ragazza frequenta un istituto di formazione professionale e secondo quanto raccontato dalla mamma, nei giorni precedenti non sarebbe accaduto nulla da giustificare il suo allontanamento.

Nel 2003 a Loredana ammazzarono la figlia di due anni che teneva in braccio. Vito Cosco si mise a fare il tiro al bersaglio in mezzo alla strada. Aveva conti da regolare. Uccise Alessio Malmassari e Raffaele De Finis, i suoi obiettivi. Ma uccise anche un passante e la Seby, che niente avevano a che vedere con la sua vendetta. Il killer si consegnò e venne condannato a venti anni di galera. La chiamarono la “Strage di Rozzano“.