Arriva la prima medaglia per gli azzurri impegnati a Kazan nei mondiali di nuoto in Russia. Matteo Furlan ha conquistato il bronzo nella 5 chilometri di fondo. Per l’atleta 26enne di Pordenone della Marina Militare/Team Veneto, allenato da Sante Dal Mas, si tratta della prima medaglia internazionale della carriera all’esordio iridato dopo l’argento nella 10 Km delle Universiadi a Gwangju.

L’Italia non conquistava una medaglia iridata sulla distanza dal bronzo di Simone Ercoli a Montreal 2005, che poi si confermò l’anno successivo a Napoli nei mondiali di specialità.

A vincere l’oro nella 5 chilometri di nuoto di fondo maschile è stato il sudafricano Chad Ho, il bronzo ai mondiali del 2009 ha finito la sua gara coprendo la distanza in 55’17”06, secondo di un soffio il tedesco Rob Muffels che si deve accontentare dell’argento, terzo Furlan che ferma il cronometro a 55’20”, ottavo l’altro azzurro in gara, Mario Sanzullo.

Sul fronte femminile la statunitense Haley Anderson si conferma campionessa del mondo vincendo la 5 chilometri di fondo in 58’48″4. Sul podio anche la greca Kalliopi Araouzou (58’49″8) e la tedesca Finnia Wunram (58’51). L’olandese Sharon Van Rouwendaal è quarta (58’55″5). Nona l’esordiente Arianna Bridi in 59’12″9; undicesima Martina Grimaldi in 59’16.