Lameglioitalia.it, una “campagna permanente contro mafia e corruzione“. Una campagna che, una volta tanto, nasce dentro il Palazzo. Il nuovo sito è stato lanciato d Lucrezia Ricchiuti, senatrice Pd, un passato da oppositrice antindrangheta nella trincea brianzola di Desio, civatiana della prima ora che dopo la fuoriuscita di Giuseppe Civati dal partito ha deciso – con ripetuti e pubblici mal di pancia – di provare a cambiare le cose dall’interno.

L’idea, ha spiegato Ricchiuti presentando il sito a Monza, è che Lameglioitalia.it “parli e ascolti” ogni giorno sui temi della legalità, declinati in ogni ambito in cui un parlamentare è chiamato a discutere e legiferare: “Istituzioni, cultura, lavoro, fisco, giustizia”, senza scordare quello che accade dentro il Partito democratico e con un occhio di riguardo alla Brianza, un tempo terra simbolo della migliore imprenditoria, negli ultimi anni scossa da inchieste su mafia e corruzione che svelano nessi profondi tra criminalità, politica ed economia.

È assolutamente necessaria “una seria azione di contrasto alla mafia e alla corruzione perché questi sono due mali che soffocano il nostro Paese”, ha spiegato la senatrice, che è anche membro della Commissione parlamentare antimafia. Il sito vuole essere anche “una piattaforma al servizio di tutti, in particolare di amministratori, cittadini e associazioni Antimafia”, per connettere “alle attività del Parlamento le esprienze quotidianamente vissute sul territorio. A partire dal Nord, un tempo considerato immune da tali fenomeni” .

Il sito darà visibilità anche alla prima rivista accademica italiana interamente dedicata alle mafie, la neonata Rivista di Studi e Ricerche sulla Criminalità Organizzata, animata da Nando dalla Chiesa nell’ambito dei corsi in materia che tiene all’Università Statale di Milano.