Un Matteo Renzi piuttosto di buon umore, a Palazzo Chigi durante la firma dell’accordo tra Whirlpool, sindacati e governo sul piano industriale del gruppo in Italia, scherza con Maurizio Landini che pone la sua firma senza sedersi al tavolo nella ‘Sala dei Galeoni’: “Mettiti a sedere” dice al segretario Fiom-Cgil e poi il Presidente del Consiglio si rivolge ai giornalisti ed aggiunge: “E’ più forte di lui, è il destino, non riesce a sedersi a Palazzo Chigi”