Space Jam 2 con protagonista Lebron James sembra ad un passo dalla realizzazione. Nessuna certezza ma parecchi indizi, tra cui un tweet dell’asso del basket Nba, lasciano presagire che la Warner Bros sia interessata ad un sequel di uno dei cult anni ’90 dove vennero mescolati live-action e animazione, e con protagonista un’icona assoluta dello sport mondiale come Michael Jordan in scena su un campo da basket con i personaggi Looney Tunes.

L’operazione Space Jam 2 sembra aver preso definitivamente corpo un mese fa, quando la Warner Bros, in concomitanza col ventennale del film originale (1996), ha rinnovato la proprietà dei marchi legati al brand “Space Jam”. A stretto giro diversi siti web americani hanno pubblicato la notizia che la SpringHill Entertainment, di proprietà dell’asso Nba, ha firmato un accordo con la Warner per creare contenuti televisivi, cinematografici e digitali con protagonista proprio Lebron. Su Twitter è direttamente The King a postare 140 caratteri entusiasti sotto alla foto dello storico marchio WB: “Sono orgoglioso di questo annuncio! Non vedo l’ora di regalarvi storie strabilianti”. Non fosse stata già la Warner più di un anno fa a parlare di sequel, poi smentito dall’entourage di Lebron, non staremmo nemmeno a perdere del tempo in fantacinema. Perché già in quell’occasione vennero fuori i nomi di Charlie e Willie Ebersol, come produttore e sceneggiatore del sequel.

Insomma, manca solo la riunione attorno ad un tavolo per decidere tempi e costi del film, visto che King James prima di poter giocare il grande match assieme a Bugs Bunny e Duffy Duck, sembra molto indaffarato sul parquet dopo essere tornato in auge con i Cavaliers tanto da sfiorare il titolo Nba, poi vinto dai Golden State Warriors giusto un mese fa. “Ho sempre amato Space Jam, è uno dei miei film preferiti”, spiegò King James nel maggio 2014 al South Florida Sun Sentinel. James è appena apparso nei panni di se stesso nel film Trainwreck-Un disastro di ragazza, dell’acclamato regista di commedie Judd Apatow. Mentre sul parquet, nonostante il fisico e le movenze più appesantite rispetto agli anni scorsi con i Miami Heat, quest’anno nel suo ritorno commovente tra le mura di casa di Cleveland, ha letteralmente trascinato la squadra locale in finale. Nello Space Jam del 1996 fu Michael Jordan, la star incontrastata di basket dell’epoca, a scendere in campo per uno dei match più buffi e divertenti della storia del cinema assieme ai personaggi dei Looney Tunes. Il film diretto da Joe Pytka, uscì il 15 novembre del 1996 incassando quasi 100 milioni di dollari in tutto il mondo.