Continuiamo in questa seconda e ultima puntata la nostra carrellata dei festival musicali sparsi lungo il territorio peninsulare: questa volta ci trasferiamo al centro-nord. Impossibile non aprire le danze con la XIII edizione del romano Luglio suona bene (20 giugno-1 agosto) che, come ogni anno, porta nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica alcuni tra i volti più interessanti del panorama internazionale: quest’anno, tra gli altri, Stefano Bollani, gli Spandau Ballet, Fiorella Mannoia, Anastacia, Burt Bacharach e, udite udite, i Dream Theater.

Gia’ in corso fino al 6 settembre e’ poi Rock in Roma, super evento che quest’anno ha già portato all’ippodromo di Capannelle i Chemical Brothers e porterà, tra gli altri, Caparezza, Lanny Kravitz, i Linkin Park e gli Interpol. Per gli appassionati di musica classica segnaliamo subito lo Stresa Festival (22 luglio-5 settembre), evento che, giunto quest’anno alla sua 54esima stagione, ha annoverato nel corso delle passate edizioni partecipazioni come quelle di Arthur Rubinstein, Arturo Benedetti Michelangeli, Svjatoslav Richter, Maurizio Pollini, Vladimir Ashkenazy, Carlo Maria Giulini, Claudio Abbado, Riccardo Muti, i Wiener Philharmoniker e tantissimi altri giganti del mondo classico e contemporaneo. Il Festival Puccini porta, come ogni anno dal 1930, nella location di Torre del Lago (ultimo luogo di residenza del grande operista) le più belle voci liriche del panorama internazionale, dirette da importanti direttori d’orchestra: quest’anno (24 luglio-30 agosto) in programma Tosca, Turandot, Madama Butterfly e il Trittico.

E mentre a Torre del Lago si consuma il festival pucciniano, a Pesaro si tiene lo storico Rossini Opera Festival (10-22 agosto), con produzioni come La gazza ladra, L’Inganno felice e concerti come la Messa di Gloria e lo Stabat Mater. Dal 10 luglio al 31 agosto e’ poi l’International Festival dell’Accademia Musicale Chigiana a stupire con un cartellone irto di concerti di primissimo piano: da Max Richter e la sua rielaborazione de Le Quattro Stagioni di Vivaldi al Carnaval di Salvatore Sciarrino, dal Winterreise di Franz Schubert a El Cimarrón di Hans Werner Henze e Drumming di Steve Reich.

Per gli amanti del rock il centro-nord offre moltissimo: vediamo alcuni degli eventi più interessanti. Innanzitutto il Siren Festival di Vasto (24-25 luglio), evento che giunge quest’anno alla sua seconda edizione e che, seppur molto giovane, vanta una bella rosa di nomi: James Blake, Colapesce, Verdena e IoSonoUnCane sono solo alcuni tra i tanti artisti di questa nuova edizione. Fino al 27 luglio si terra’ invece a Collegno il Flowers Festival, momento in grado di mettere insieme nomi come Goran Bregovic, Marlene Kuntz, Africa Unite, Lo Stato Sociale e, dulcis in fundo, Patti Smith.

Infine l’Home Festival di Treviso (3-6 settembre), evento che presenta una non indifferente mole di nomi. Per citarne solo alcuni: dai Franz Ferdinand agli Interpol, dai Negrita ad Alpha Blondy, da J-Ax a Paul Kalkbrenner. E il jazz? Il jazz puro, quello che non accetta ne accoglie compromessi con figure appartenenti o provenienti da altre sfere o ambiti musicali troverà, come ogni estate, la sua ragion d’essere a Pescara in luogo del Pescara Jazz, storicizzata manifestazione che fino al 19 luglio propone nomi di primo piano come Cassandra Wilson e Bobby McFerrin. Sempre restando fermi sul jazz puro e duro, non possiamo non ricordare l’Ancona Jazz (18-25 luglio), festival che giunge quest’anno alla sua 37esima edizione e che annovererà tra le sue fila di musicisti, tra gli altri, il Fabrizio Bosso Quartet, la Colours Jazz Orchestra e il Riccardo Mei Quintet. E chiudiamo qui la nostra rassegna in due puntate dei festival più o meno grandi, più o meno interessanti e più o meno fruibili d’Italia. A presto e ad maiora!