“Non trovo un simbolo più forte di ciò che ha fatto Marchionne con la Fiat in questi anni”, ha detto il premier Matteo Renzi all’assemblea Pd riunita all’auditorium di Expo. “Si è combattuta una battaglia tra quelli che dicevano che si può e si deve continuare con un’impresa forte nel settore dell’automobile, e chi diceva no solo per motivi ideologici”, ha continuato. Sul punto è poi tornato il presidente Matteo Orfini, puntualizzando che: “Quello che bisognava chiedere ad una grande azienda del nostro Paese, al quale ha dato tanto, ma dal quale ha anche ricevuto molto, era di essere all’altezza di quella sfida senza discriminare i diritti sindacali dei lavoratori”  di Mario Catania