A fine giugno ha aperto il suo primo profilo Twitter inaugurando con un messaggio vagamente minaccioso: “Hello Twitter! Jack is back”. Ora Dominique Strauss-Kahn, l’ex direttore del Fondo monetario internazionale prosciolto il 12 giugno dall’accusa di favoreggiamento della prostituzione, torna sulla scena in una veste inedita: consulente del presidente Raul Castro per lo sviluppo dell’economia di Cuba dopo il riavvio delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. A scriverlo è Politico.eu, secondo cui l’esponente del partito socialista francese ha già firmato un contratto con il governo dell’isola. Aiuterà L’Avana a sviluppare i rapporti commerciali con i Paesi occidentali.

Strauss Kahn, che nel 2011 era tra i possibili candidati alle presidenziali prima di essere travolto da uno scandalo sessuale nato dalle denunce di una cameriera (caso poi archiviato), secondo Politico ora vive per la maggior parte del tempo in un riad di Marrakech con la nuova fidanzata e lavora ora come consulente e conferenziere. Nel 2010 ha gestito, come numero uno del Fondo, il primo piano di salvataggio della Grecia. A fine giugno, sempre via Twitter, ha diffuso un lungo studio in cui riconosce gli errori fatti dall’istituzione di Washington nell’analizzare i problemi del Paese e critica l’approccio di Christine Lagarde.