“Il fatto non costituisce reato”. Tradotto: assolto. Il giudice Oscar Magi del tribunale di Milano ha assolto l’ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi dall’accusa di diffamazione nei confronti dell’ex presidente dell’Inter, Giacinto Facchetti.

Nella trasmissione tv ‘Notti magiche’ andata in onda il 25 ottobre 2010, Moggi, parlando con l’ex capitano nerazzurro Javier Zanetti, aveva fatto riferimento alle “telefonate del tuo ex presidente” sulle “griglie e la richiesta ad un arbitro di vincere la partita di Coppa Italia con il Cagliari”. Il giudice Magi ha respinto la richiesta del pm Elio Ramondini che aveva chiesto la condanna dell’ex ds bianconero a pagare una sanzione pecuniaria di 10 mila euro. Facchetti, ex bandiera nerazzurra, è morto il 4 settembre 2006.

A marzo la sentenza della Corte di Cassazione ha confermato l’associazione a delinquere contesta a Moggi e all’ex ad bianconero Antonio Giraudo nel processo Calciopoli. Ma i reati sono caduti in prescrizione. In appello i due vennero condannati rispettivamente a due anni e 4 mesi e a un anno e 8 mesi.