In Veneto la questione profughi è una vergogna. Questa gente non ha certamente muscoli da morti di fame. Li avete visti quelli di Eraclea? Non venitemi a raccontare che gente che ha i muscoli così sviluppati, che sono così tonici, sani e ben in in carne poi scappano dalla fame, non esiste questa pantomima”. Sono le parole pronunciate dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante un’intervista a Radio Cortina. “Su 579 Comuni del Veneto solo 5 hanno dichiarato disponibilità ad accoglierli” – continua – “e questo vuol dire che noi diciamo di no. Aiutiamoli a casa loro. Anche perché questi non sono profughi. Prova ne è che lo stesso governo ci dice che su tre immigrati, due non avranno mai il riconoscimento dello stato di profugo. Questa è la statistica. Noi stiamo portando a casa in due casi su tre persone che non hanno nessun diritto ad essere ospitati come rifugiati o profughi, cioè non scappano dalla fame“. L’esponente della Lega Nord aggiunge: “Il 22% degli immigrati che arrivano in Veneto sono senegalesi. In Senegal noi andiamo a comprare le settimane per andare in vacanza. Questa è la dimensione del Senegal. I veri profughi qua siamo noi veneti, cioè quelli che hanno avuto il tornado, che hanno difficoltà, che non hanno il lavoro, i pensionati con la pensione minima. Questi sono i profughi” di Gisella Ruccia