La procura di Roma indaga sulla giornalista Ilaria D’Amico per violazione della legge tributaria. I pm della Capitale accusano l’attuale compagna del portiere della Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon  di aver evaso l’Irpef tra il 2009 e il 2011 per circa 400 mila euro. Si tratta di somme percepite da Sky e da La7.

Le indagini sono partite nel giugno del 2013 su input degli uomini del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano: poi sono approdate a Roma per competenza. È da quel controllo delle fiamme gialle che l’ex conduttrice di Exit si accorge di essere stata “truffata“dal suo commercialista, fino a quel momento considerato un uomo di fiducia della sua famiglia.

“L’ho già denunciato“, dice al fattoquotidiano.it. La querela nei confronti del commercialista, D.C., depositata il 28 dicembre del 2013, è agli atti degli uomini della Guardia di Finanza e della procura di Roma. Secondo i consulenti della D’Amico, la truffa dell’ex commercialista ai danni della conduttrice televisiva ammonta a quasi un milione e mezzo di euro. I pm capitolini potrebbero a questo punto riunire i due procedimenti: quello per truffa nei confronti del commercialista e quello in cui alla D’Amico viene contestata la violazione fiscale.