Una pazza idea a Firenze e un vecchio pupillo a Genova. Due dei nomi più discussi, amati e odiati nel panorama calcistico italiano tornano d’attualità in piena estate. Mario Balotelli ronza nei pensieri della Fiorentina, Antonio Cassano è un’opzione che la Sampdoria considera ma non nel breve periodo.

Balotelli-Gomez: scambio di SuperMario
Lo spunto è nato durante le chiacchierate con il Liverpool per la cessione di Mario Gomez. L’attaccante tedesco piace ai Reds che nel frattempo hanno messo all’angolino l’ex attaccante azzurro. Ecco come spunta la pazza idea di luglio, che finora ha tuttavia intercettato solo smentite. Certo è che i Della Valle hanno intenzione di liberarsi di Gomez per alleggerire il monte stipendi sul quale il centravanti pesa per oltre 8 milioni di euro lordi a stagione. E se il tedesco non farà parte del progetto, qualcuno in entrata dovrà pur esserci. Su queste fondamenta cresce la suggestione Balotelli, reduce da un anno pessimo e in totale rottura con il Liverpool: Firenze è già stato il trampolino di ri-lancio di alcuni campioni e la partecipazione all’Europa League permetterebbe al giocatore di non perdere contatto con le coppe europee ad appena 25 anni.

Cassano-Ferrero: auguri e a risentirci
Ieri sono arrivati anche gli auguri del presidente Massimo Ferrero, che tramite Twitter ha voluto festeggiare i 33 anni di Fantantonio. Un altro indizio di come la Sampdoria e Cassano continuino a flirtare sotto l’ombrellone. Un affare complicato ma tutt’altro che impossibile. I contatti vanno avanti da mesi, praticamente da quando il talento di Bari Vecchia ha detto addio al Parma. Il problema però è proprio il lungo periodo di inattività: un ostacolo in vista del preliminare di Europa League che la squadra di Walter Zenga affronterà ad agosto. Cassano non potrà mai essere pronto, quindi l’opzione più valida sembra un inserimento in vista del campionato soprattutto se l’avventura continentale dovesse arrivare ai gironi.

Dzeko-Roma: cosa dice il City?
L’accordo tra il giocatore e il club è cosa fatta da giorni (4,5 milioni di euro a stagione), ma resta l’ostacolo del City. Non tanto per la volontà di lasciar partire Dzeko, quando per la necessità di trovare un punto di incontro con l’offerta della Roma. Per questo Walter Sabatini nelle scorse ore è volato a Manchester: un faccia a faccia per limare la differenza tra i 10 milioni messi sul piatto e i 20 graditi alla dirigenza dei Citizens. Ma il tour inglese prevede anche una chiacchierata con il West Ham, interessato a Mattia Destro, oltre a un possibile briefing con il Chelsea per approfondire il discorso Mohamed Salah. Due movimenti in entrata ai quali corrisponderanno quattro addii: sulla lista dei partenti, oltre a Destro, ci sono infatti Gervinho, Doumbia e Ljajic. Sono intanto arrivate le firme di Nainggolan e Keita: il belga ha rinnovato a 3 milioni all’anno, diventando così il secondo giocatore più ricco a Trigoria, mentre il maliano ha firmato per un altro anno alle stesse condizioni dell’accordo in scadenza.

L’Inter insiste per Perisic
Con Salah imbrigliato dalla Fiorentina e corteggiato anche dalla Roma, la pista Jovetic rimane calda ma il vero colpo di mercato dell’Inter sembra sempre più poter essere Ivan Perisic. I nerazzurri hanno alzato l’offerta fino a 17 milioni, il croato non fa più nulla per nascondere la sua voglia di sposare il progetto e si è presentato con un giorno di ritardo in ritiro. La motivazione ufficiale sono problemi famigliari, ma anche il suo procuratore è ormai chiaro sulla situazione: “Se l’Inter e il Wolfsburg trovano l’intesa, Ivan ha tutto l’interesse ad andare a Milano”. Il punto è che il Wolfsburg, almeno ufficialmente, continua ad allontanare l’ipotesi cessione del centrocampista. L’Inter nel frattempo deve anche pensare a sfoltire una rosa che, soprattutto in difesa, è in largo esubero. I milioni pesanti tuttavia potrebbero arrivare dalla cessione di Shaqiri, sul quale Stoke City e Schalke04 non ha ancora mollato la presa.

Le altre: Napoli in stallo, Frosinone due colpi
Doppio colpo del Frosinone che ha trovato l’accordo per il prestito del portiere Leali dalla Juventus e del centrocampista Rosi dal Genoa. Il prossimo innesto dei ciociari potrebbe essere Pavlocic, terzino sinistro del Grasshoppers. Giornate di visite mediche e firme per Ciro Immobile a Siviglia, dove prenderà il posto del neo-rossonero Carlos Bacca. L’ex portiere empolese Sepe – via Napoli – va alla Fiorentina, mentre sotto il Vesuvio arriva Gabriel (Milan, ultima stagione in prestito al Carpi). De Laurentiis è in stallo sul mercato: si registra una brusca frenata anche nella trattativa per l’ingaggio di Astori.