INSABBIATE PER SEMPRE LE CENE DEL PD CON I SOLDI DI BUZZI & CO.

DONAZIONI AI PARTITI, IL PD NASCONDE ANCORA CHI PARTECIPO’ ALLE CENE. Il tema: cene dem per raccolta fondi. Sarà un rognoso enigma italiano oppure, per essere più prosaici, l’ennesima promessa mancata. Ormai non importano neppure i giorni passati invano in attesa di uno slancio di trasparenza, poiché si tratta di mesi (otto) e non più settimane trascorse da novembre. Quando uno sfavillante Matteo Renzi radunò amici, comparse, protagonisti, imprenditori, avventori – e ai tavoli ci finì una corposa delegazione di Coop 29 Giugno guidata da Salvatore Buzzi, il braccio sinistro di Massimo Carminati, er cecato – per rastrellare un po’ di denaro vitale per i dem. Di Carlo Tecce

COMPRO’ I SENATORI: TRE ANNI A BERLUSCONI
Condanna in primo grado per l’ex premier che fede cadere il governo Prodi. Di Vincenzo Iurillo

ALTRI AIUTI E POLITICA: TSPRISA TRATTA DI NUOVO

“NOI LA CAVIA DELL’UE: SOLDI ALLE BANCHE MAI AL POPOLO”. LE RICHIESTE DI ATENE: 3 ANNI D AIUTI E (FORSE) RIFORME
L’attesa, la folla e gli applausi: arriva il premier greco Alexis Tsipras, ieri mattina, a Strasburgo. Prende la parola Donald Tusk, presidente del Consiglio Ue. Detta i tempi: quattro giorni per trovare un accordo altrimenti l’Ue fallirà. Un orizzonte cupo, ma Tsipras inizia con la parola “gioia”, quella di trovarsi “nel tempio della democrazia”, del Parlamento europeo, oscurato dalle “porte chiuse” di consigli e tavoli tecnici. Come previsto, la Grecia chiede formalmente un piano triennale di aiuti al Meccanismo europeo di stabilità, il veicolo finanziario con una potenza di fuoco da 500 miliardi di euro (e 700 di capitale) creato nel 2012 dai 19 Paesi dell’euro per sostenere i Paesi in difficoltà. Di Virginia Della Sala, Carlo Di Foggia, Stefano Citati e Cosimo Caridi

L’UNICO RISULTATO POSITIVO DELLA CRISI. Il commento di Stefano Feltri

RENXIT. L’editoriale di Marco Travaglio

Non ci si crede, ma è successo davvero. Lunedì, mentre gli italiani attendevano dal loro premier una parola chiara (una qualsiasi) sul referendum greco, qualcosa in più dei soliti gargarismi sull’Europa che deve cambiare verso dall’austerità alla crescita, Matteo Renzi era impegnato in una lezione di telegenia nella sede del Pd in largo del Nazareno.

ALEXIS E MATTEO, QUANDO LA REALTA’ TRAVOLGE ANCHE LA FINZIONE. L’editoriale di Antonio Padellaro

Arriva Alexis Tsipras e nel Parlamento di Strasburgo irrompe la realtà: gli applausi, i fischi e un dibattito incandescente che nella sintesi di un minuto a testa non ammette giri di parole. 

“SE SCRIVI TI AMMAZZO”. LE MAFIE ODIANO I CRONISTI.

L’ultimo giornalista minacciato dalla criminalità organizzata si chiama Nello Trocchia. Il cronista campano lavora per il Fatto Quotidiano, l’Espresso e La Gabbia di La 7. Trocchia è un giornalista giovane e versatile: si occupa di politica, cronaca e inchieste; in televisione, in Rete e su carta stampata. DiTommaso Rodano

LE MINACCE NON FANNO PAURA SE AMI IL TUO LAVORO. Di Nello Trocchia

MAFIA CAPITALE, SI DECIDE SULLO SCIOGLIMENTO.

Una lettura impegnativa ma certamente interessante. Angelino Alfano ha ricevuto ieri sera le 940 pagine da leggere prima di decidere il destino del Comune di Roma da parte del Prefetto. La relazione nella quale Franco Gabrielli rassegna le sue conclusioni e infine formula le sue proposte. di Marco Lillo

METRO C, STORIA DI UN DISASTRO CHIAMATO VELTRONI – ALEMANNO

L’inchiesta di Giorgio Meletti sui lavori per la costruzione della Metro C di Roma.

IL VIAGGIO DEL PAPA IN BOLIVIA

 Giampiero Gramaglia

IL GRANDE CROLLO. PANICO CINESE: VIETATO VENDERE.

Fermi tutti. La Cina non conoscerà il “Big Crash”. La CSRC, la commissione che ha il compito di regolamentare i mercati, ha rilasciato un comunicato stampa in cui scrive che il mercato finanziario “sta precipitando in maniera irrazionale”. Di Cecilia Attanasio Ghezzi


MARCELLO DELL’UTRI TORNA STUDENTE: “E’ ISCRITTO A STORIA”.

L’intervista di Valeria Pacelli al fratello Alberto

PAPA, MESSAGGI NO GLOBAL NELLA TERRA DEI GENERALI.
Giampiero Gramaglia racconta il viaggio del Papa in America Latina

LASCIARSI UN GIORNO VIA APP. FINAL CUT, IL TAGLIO FINALE, DAL ROMANZO ALLA REALTA’

Senza preamboli. Senza mezze misure. Anzi con gusto cinico. Con la possibilità di una risata sprezzante (ma devi essere proprio sadico). Te lo dice così: “You’re binned”. Sei stato scaricato. È questo è il messaggio che potrebbero ricevere tutti coloro che attualmente sono in coppia. Il racconto di Vins Gallico, direttore della libreria Fandango e autore del romanzo di successo Final Cut.

NOSTALGIA CANAGLIA: TERMINATOR CONTRO TERMINATOR 31 ANNI DOPO.

1984, un cyborg arriva dal futuro: si chiama Terminator, lo dirige James Cameron, lo interpresta il 37enne Arnold Schwarzenegger. Adesso, a 67 anni, torna nei panni del cyborg che lo ha lanciato e finisce a combattere se stesso nel passato. Di Federico Pontiggia

LOLO E’ UNA PORNODIVA E IL SUO SPOSO HA PIU’ DI UN PROBLEMA

Camilla Tagliabue recensisce la piece di Antoine Jaccoud, un monologo postumo di un marito accusato della morte della moglie.

TSIPRAS E DE GASPERI, QUANTA DISTANZA. Il commento di Diego Valiante

IL PROBLEMA NON E’ LA NARRAZIONE, E’ CHE NON SANNO FARLA. Il commento di Alessandro Robecchi