“No al latte in polvere, no all’omologazione che penalizza il made in Italy e favorisce i furbetti ” è con questo slogan che oggi Coldiretti è scesa in piazza Montecitorio contro i regolamenti europei che introducono la possibilità di produrre il formaggio con i derivati del latte. “Il nostro punto di forza è la qualità e non ci rinunceremo, abbiamo gli argomenti per far capire ai nostri interlocutori le ragioni della nostra battaglia, non faremo una guerra a Bruxelles, ma spiegheremo insieme ai produttori l’importanza della nostra filiera agroalimentare” afferma il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina. “Frau Merkel no all’Anschluss del Made in Italy” è il cartello che campeggia dal palco. “Abbiamo fondato l’Europa non per uniformare i prodotti, ma per unire i popoli con le loro diversità, non possiamo perdere la nostra storia, con il latte in polvere nel formaggio colpirebbero 150mila allevatori, famiglie, posti di lavoro” dice il presidente di Coldiretti toscana, Tulio Marcelli  di Irene Buscemi