Democrazia a giustizia sono dalla nostra parte. Da domani la Grecia tornerà al tavolo delle trattative“. Lo afferma il premier greco, Alexis Tsipras, in un intervento televisivo la vittoria del ‘no’ nel referendum. Tsipras, nel suo discorso, ringrazia in primis gli elettori per la loro scelta coraggiosa: “Oggi i greci hanno fatto una scelta molto importante, perché io sono consapevole del fatto che questo mandato che mi date non è un mandato di rottura con l’Europa. Ma è un mandato che rafforza il nostro potere nelle trattative per ottenere un accordo per poter uscire da questo cerchio vizioso dell’austerità. Questo mandato lo porterò avanti senza perdere tempo, tutti sappiamo che le soluzioni facili non esistono. Esistono però soluzioni giuste e sostenibili, basta che ambedue le parti lo vogliano“. Tsipras indica quindi le tre priorità: il funzionamento delle banche, un programma di riforme basato sull’equità e la questione del debito, così come l’ha recentemente impostata il Fmi. Il premier precisa: “Con questa scelta molto coraggiosa di oggi, il popolo greco ha risposto a una domanda giusta. Non ha risposto alla domanda se dobbiamo rimanere dentro o fuori dall’euro, questa domanda si deve togliere definitivamente dalla discussione. Il popolo greco oggi ha deciso quale Europa vuole e con coraggio ha risposto che vuole l’Europa della solidarietà e della democrazia