“Il nostro messaggio è prima di tutto quello di liberare la nostra anima dalla guerra che si sta abbattendo su Gaza per dire che resistiamo all’occupazione con la danza”. Loro sono i Camp Breakerz, gruppo di giovani artisti della Striscia nato nel 2003 nel campo profughi di Nusirat. Nel tempo hanno formato moltissimi ragazzi con corsi e workshop nell’area di Gaza insieme ad alcune ong. Nel 2009 la loro sede è stata distrutta e ne hanno costruita un’altra nel 2012 grazie ad un’operazione di fundraising e hanno fondato la scuola di danza CB Crew Dance Academy 1. Di recente stanno lavorando all’apertura di un altro centro nel nord di Gaza e con questo tour europeo, chiamato Gaza is still alive, stanno cercando di racimolare i fondi e il supporto necessario. Nel weekend si è svolta la tappa milanese in piazza Selinunte di Mario Catania