Gianluigi Nuzzi, scrittore, giornalista e conduttore, ha presentato oggi in conferenza a stampa a Roma la settima edizione di ‘Ponza d’autore’ rassegna di eventi culturali che comincerà il 18 luglio e si concluderà il 2 di agosto. “Lo scorso anno il tema centrale dei dibattiti era gli #innovatori, quest’anno ci occuperemo dei #tabu. I tabù che impediscono i cambiamenti. Quello del potere visto in maniera ossequiosa, quello della felicità o quello della legalità. La nostra – continua – è una rassegna a costo zero, che non incide sulle casse del comune, che ci mette a disposizione alcuni spazi e che richiama turismo”. Poi il giornalista analizza la stagione tv dei suoi programmi (Quarto Grado e Segreti e delitti sulle reti Mediaset) di cronaca nera. “Gli eventi terribili che trattiamo, non hanno colore o classe sociale, accadono in quegli ambienti, quei nuclei familiari che – afferma – spesso non hanno a che fare con la miseria, intesa come povertà, o diversità, ma con la dimensione borghese e la quotidianità dei troppi silenzi che ci circondano”  video di Mauro Episcopo