Il sorpasso su Marquez ad Assen è solo l’ultimo capolavoro nella lunga carriera di Valentino Rossi. Immagini indimenticabili, tra tecnica e incoscienza, sempre all’insegna dello spettacolo più puro. Quella che segue non è una classifica, bensì una carrellata delle magie del Dottore: ecco le più famose.

9) Donington 2000 su Roberts jr. (GUARDA) – Tutte le storie hanno un inizio. Quella di Rossi nella top class inizia così. La MotoGP non esisteva ancora. Era il 9 luglio 2000, circuito di Donington Park, e l’Olimpo delle due ruote di chiamava 500. Rossi è quarto sulla griglia di partenza, non parte bene ma al termine del secondo giro ha già recuperato dalla 14esima alla nona posizione. La NSR500 numero 46 rimonta fino alla seconda posizione, poi arriva il sorpasso decisivo. Rossi riesce a passare all’interno la Suzuki di Kenny Roberts jr., che a fine stagione sarà campione del mondo. La staccata è precisa, la due tempi di Valentino non si scompone. E’ il primo trionfo del Dottore nella classe 500.

8) Misano 2014 su Marquez (GUARDA) – Nel 2014 Marquez sembra imbattibile. Nelle prime 12 gare della stagione, solo Dani Pedrosa è riuscito ad avere la meglio su di lui, a Brno. Ma con la stessa moto. Sulla pista di casa, a Misano, Valentino Rossi parte terzo. Il testa a testa con il campione del mondo è spettacolare. Dopo l’ennesimo controsorpasso di Marquez, Valentino inventa una staccata oltre il limite, sotto gli occhi di Lin Jarvis e Giacomo Agostini. Davanti rimane solo Jorge Lorenzo, ma dopo aver superato anche il maiorchino, Rossi torna alla vittoria dopo più di un anno.

7) Mugello 2003 su Biaggi (GUARDA) – Valentino è in pole position. Si capisce subito che il podio sarà un affare tutto italiano fra Loris Capirossi, Max Biaggi e Valentino Rossi. Che alla Casanova Savelli riesce a passare la Ducati di Capirossi. Ma l’attacco vincente del pilota di Tavullia arriva alla San Donato, ai danni di Biaggi. Ancora una volta all’interno. Il Corsaro non può fare nulla, e conclude terzo dietro a Rossi e Capirossi.

6) Le Mans 2012 su Stoner (GUARDA) – Pista bagnata. La RC213V di Casey Stoner chiude tutti i varchi a Valentino Rossi. L’italiano riesce ad entrare nella chicane con una linea più stretta, sa che quello è uno dei pochi punti della pista dove la sua Ducati può giocarsela con la Honda dell’australiano. Poi cambia velocemente direzione e si ritrova all’interno. E’ passato! La vittoria va a Jorge Lorenzo, ma questa rimane una delle migliori prestazioni di Rossi con la casa di Borgo Panigale.

5) Jerez 2005 su Gibernau (GUARDA) – E’ l’ultimo giro del GP di Spagna. La Honda di Sete Gibernau, dopo un intenso duello, precede la Yamaha di Valentino Rossi. Che all’ultima curva, con una delle spallate più celebri della storia del Motomondiale, mette fuori gioco Gibernau. Al termine della gara, Rossi commenta: “Sicuramente è stato un sorpasso duro, e certamente adesso Gibernau sarà arrabbiato. Ma queste sono le corse!”.

4) Welkom 2004 su Biaggi (GUARDA) – Nel 2004, Rossi passa alla Yamaha e Biaggi sale sulla Honda. A Welkom, nella gara di apertura del Mondiale, è un testa a testa fra i due italiani. Il sorpasso decisivo arriva all’interno, con la M1 di Rossi che sfiora l’avantreno della Honda di Biaggi. Il romano deve allargare, ma Rossi è passato. Al termine della gara, Rossi si ferma accanto alla moto, e scoppia in lacrime. Ha appena dimostrato al mondo di essere il pilota più forte non solo sulla Honda. Anche sulla Yamaha, che non vinceva un mondiale dal 1992, con Wayne Rainey. Quando parla di questa gara, Valentino dice semplicemente che è la più bella della sua vita.

3) Laguna Seca 2008 su Stoner (GUARDA) – Il testa a testa fra la Ducati di Stoner e la Yamaha di Rossi è incredibile. Non c’è spazio, sulla pista di Laguna Seca, per sorpassare il campione del mondo. Valentino decide di farlo al Cavatappi, la sequenza veloce con curva e controcurva, in discesa, più spettacolare del tracciato. I due piloti arrivano appaiati, Rossi riesce a mantenere l’interno ma la velocità e la forza centrifuga lo spingono fuori, oltre il cordolo. Riesce a rimanere in piedi e a rientrare in pista. E’ davanti!

2) Assen 2015 su Marquez (GUARDA) – Assen, 27 giugno 2015. Mancano tre giri alla fine. Valentino Rossi si butta all’interno e cerca di superare Marc Marquez. Sembra andare largo ma con una percorrenza di curva eccezionale riesce a passare lo spagnolo all’esterno. Un capolavoro da Maradona delle moto. Ma non è finita: quando manca solo una curva al traguardo, Marquez è letteralmente francobollato al suo posteriore. Ci riprova. Rossi gli chiude lo spazio, i due si sfiorano. La Yamaha dell’italiano taglia la curva, finendo nella ghiaia, ma riesce a tagliare il traguardo per prima. Rossi è primo!

1) Barcellona 2009 su Lorenzo (GUARDA)  Jorge Lorenzo parte in pole position nel Gran Premio di casa. Accanto a lui l’altra Yamaha, quella di Valentino Rossi. Fra i due è una bagarre incredibile. All’ultimo giro, Rossi prova ancora a prendere l’interno di Lorenzo, ma è costretto ad allargare e Jorge riesce a tornare davanti. Ormai manca solo l’ultima curva, è praticamente impossibile. Ma Valentino attacca ancora. Stacca oltre il limite, riesce a mantenere la linea di corda e ricompare davanti a Lorenzo come un fantasma. Il boato del pubblico è incredibile, sembra di essere al Mugello. Rossi è davanti.