Scontro incandescente in più match tra il segretario della Lega, Matteo Salvini, e il deputato Pd, Khalid Chaouki, durante il talk show di approfondimento politico “In Onda Estate”, su La7. Il tema della polemica è l’avanzata dell’Isis e del terrorismo islamico, argomento sul quale il parlamentare dem attacca il leader del Carroccio: “La Lega Nord a Bruxelles ha votato contro una mozione, votata a maggioranza, che chiedeva di cambiare il trattato di Dublino. E questo non ci aiuta”. “Ma basta cazzate” – borbotta Salvini, in collegamento da Bruxelles – “Chiamate un’ambulanza”. Chaouki prosegue, incurante, il suo intervento, al quale il segretario della Lega ribatte: “Dopo aver sentito delle fesserie…”. Ma viene interrotto dal deputato Pd che ricorda nuovamente il voto del Carroccio contro la mozione relativa al trattato di Dublino. “Ma chi se ne fotte!” – insorge Salvini – “Tu sei al governo da 3 anni e mezzo. Abbi pazienza, vergognati un tantino. Oltre che sparare cazzate, ti permetti di discettare su quello che dicono gli altri. Al di là delle chiacchiere, della mozione, del blabla, della rava e della fava, Renzi e Alfano sono camerieri di qualcun’altro, sono pagati dagli italiani per svendere il nostro Paese e per farci invadere”. La discussione diventa rovente, tra interruzioni e scambi di accuse. “Fate tacere il fenomeno in studio” – si infuria Salvini – “Se siamo in questo fango, è per colpa degli ‘euro-imbecilli’. E tu che parli sempre del trattato di Dublino, c’hai il disco interrotto, fenomeno. L’educazione la tua mamma te l’ha insegnata? Hai avuto una mamma che ti insegnava l’educazione? L’amico degli islamici è ossessivo. Se questo è musulmano moderato, figurati i non moderati. Chiudere tutto! A casa!”. La polemica non accenna a placarsi, Chaouki accusa di incoerenza Salvini, il quale sbotta: “Ma toglietegli l’alcool. Non può bere, c’è il Ramadan