“Non sappiamo cosa succederà se vince il No perché l’uscita dall’euro non è prevista dai trattati, questo referendum vorrà dire stare o restare nell’euro“. Così il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz sul referendum greco di domenica prossima sul pacchetto di misure chieste ad Atene dai creditori internazionali. “Sono pronto ad andare nel paese ellenico e discutere direttamente con il popolo greco“, ha detto poi il tedesco, che ha poi precisato come “il risultato del referendum colpirà non solo i greci ma tutti gli europei“. “Chiediamo di votare , perché questo costituisce una buona base per continuare i negoziati“, ha poi concluso il presidente dell’Europarlamento  di Alessio Pisanò