Scontri tra NoTav e forze dell’ordine in Val Susa. Tutto era cominciato con una marcia di protesta che dovrebbe snodarsi da Exilles fino a Chiomonte passando dalla centrale elettrica. Anche sei ieri un’ordinanza della prefettura aveva imposto alcune limitazioni con posti di blocco e sbarramenti, modificando in parte il tragitto del corteo. Una cinquantina di giovani incappucciati sulla strada dei vini dell’Avanà ha cominciato così a lanciare pietre e gli agenti hanno risposto con il lancio di lacrimogeni e con gli idranti. Sono circa 1.200 le persone partecipanti al corteo secondo le autorità, 5 mila secondo gli organizzatori. La questura di Torino ha diffuso una nota in cui scrive: “I manifestanti hanno violato l’ordinanza del Prefetto e le prescrizioni che erano state emesse del Questore, imboccando la S.P. 233 che conduce al limite dell’area protetta in Val Clarea”  di Simone Bauducco