Temptation Island, il docu-reality a tinte rosa ideato da Maria De Filippi e condotto dall’ex gieffino Filippo Bisciglia, è tornato in tv riprendendo da dove si era interrotto lo scorso anno, almeno per quanto riguarda gli ascolti: 3.470.000 di spettatori, share del 16,32%. Di poco sopra la media della prima stagione, a dimostrazione che l’exploit del 2014 non è stato un episodio. In fondo, lo zoccolo duro defilippiano esiste e per Canale5 rappresenta un bacino di pubblico insostituibile. Un risultato più che soddisfacente che diventa clamoroso se si prende in considerazione il pubblico giovane: 30% sul target 15-24 anni, 28% tra i 15-19enni, addirittura il 46% tra le donne di età compresa tra i 20 e i 24 anni. Il pubblico di Maria De Filippi, appunto.

Anche su Twitter gli struggimenti amorosi dei bellocci di turno sono andati alla grande, con oltre 50mila cinguettii e l’hashtag #TemptationIsland primo tra i TT per tutta la serata. Tra i temi più discussi dagli utenti di twitter, anche tali Aurora e Teresa, due delle fidanzatine separate dai loro boyfriend e che, per motivi decisamente diversi (la seconda sente molto la mancanza del suo amato, la prima decisamente meno), sono state protagoniste della puntata. Canale5 archivia l’esordio della seconda stagione di Temptation Island conquistando la prima serata, con SuperQuark fermo a 2,9 milioni di spettatori (13,39% di share) e Italia1 che conquista la terza posizione in prime time grazie al film Ghost Rider – Spirito di Vendetta (2,1 milioni, 9,11%).

Anche d’estate, con la tv assopita e i telespettatori noiosamente spiaggiati sui divani, Queen Mary sembra aver assestato la zampata giusta. Tanta quantità, dunque, ma se dovessimo parlare di qualità del prodotto, le cose cambierebbero di molto…