“È chiaro a tutto il mondo, l’obbiettivo è far cadere Syriza”. Avgi, il quotidiano del partito di governo greco, è diretto da Vassilis Moulopoulos che non ha dubbi su quanto sta accadendo in queste ore a Bruxelles. “Syriza è il primo governo della sinistra da dopo la guerra, mette in discussione l’ideologia egemone in Europa. È come una malattia (per la Troika), non vogliono che si diffonda”. Moulopoulos, con un lungo passato italiano, è il consulente per la comunicazione di Alexis Tsipras. “Se si facessero le elezioni – afferma – domani Syriza raccoglierebbe il 47% dei voti”. Se martedì 30 la Grecia non pagherà i prestiti in scadenza, 1.5 miliardi di euro al Fmi, inizieranno le procedure per il default ,“oggi si vedrà se all’Europa rimane qualcosa di quello che era – conclude – o se sarà un’Europa germanizzata” di Cosimo Caridi