“Non siamo contro qualcuno, ma per la famiglia formata da un uomo e una donna”. Risponde così la gente in piazza San Giovanni a Roma durante il Family Day. Ma sulla teoria gender pochi dicono la loro. Dal palco si dice no al ddl Cirinnà (qui il contenuto del testo) a favore dei matrimoni gay e all’ideologia del siamo tutti uguali. “Noi – spiega Carlo Giovanardi (Ncd) – siamo un milione di visionari, siamo contro queste barbarie, la schiavitù, l’utero in affitto. La teoria gender non è una bufala e i 200 milioni di euro stanziati dal ddl Fedeli per diffondere i volantini nelle scuole sono reali. Se in Italia – prosegue – facessimo un referendum sui matrimoni gay vinceremmo noi come in passato, non finirebbe come in Irlanda” di Irene Buscemi