arte2

Si chiama ‘Artisti in Opera‘, è alla prima edizione ed è un evento dedicato all’arte dai risvolti decisamente sociali. Promosso da “Arte in Arte”, si svolge a Milano in questo weekend, il 20 e il 21 giugno.

Una cinquantina gli artisti coinvolti, provenienti da tutto il mondo: tutti loro si profonderanno nella realizzazione delle proprie opere dal vivo, mettendo in luce le proprie tecniche creative. Il processo artistico che va in scena, passo dopo passo, intuizione e concretizzazione. Le attività ingegnose saranno riprese e ritrasmesse in diretta sui vari monitor disseminati in ogni location, con il commento in tempo reale di un critico d’arte. Minimo comun denominatore, il tema conduttore: “Nutrizione, benessere psico-fisico e sostenibilità ambientale”, in pieno spirito Expo.

“Artisti in Opera” sarà ospite di Spazio Cruciani all’interno di Expo, Studio Design Break, Società Umanitaria, Depuratore Nosedo, Palazzo Ca’ Venino. Tutte le opere realizzate verranno messe all’asta: il ricavato sarà interamente devoluto al Consorzio “Vialedeimille”, promosso dal Comune di Milano, che mette insieme diverse cooperative operanti nel circuito penitenziario milanese al fine di formare i detenuti all’acquisizione di competenze professionali che possano poi favorirne il reinserimento nel mercato del lavoro.

Un modo anche per conferire visibilità all’economia carceraria, sommersa ma preziosa, misconosciuta ma incessante. Sarà il battesimo pubblico per il Consorzio. Direttrice artistica di “Artisti in opera” è topylabrys, al secolo Ornella Piluso, nota scultrice italiana, già fondatrice di “Arte da mangiare mangiare Art”.