“Finalmente c’è un’opposizione a Bruxelles contro l’inciucio tra socialisti e democristiani“. Così Matteo Salvini, eurodeputato della Lega Nord, alla presentazione di un nuovo gruppo euroscettico al Parlamento europeo insieme a Marine Le Pen e Wilders. “Si tratta di una forza politica euroscettica senza precedenti, il risultato di un anno di lavoro”, gli fa eco Le Pen, che ringrazia ironicamente il presidente del Parlamento europeo: “Grazie a Schulz abbiamo trovato quelle energie indispensabili per costituire questo gruppo politico”. Presente anche Geert Wilders, leader dell’olandese Pvv, secondo il quale “una catastrofe si sta per abbattere contro l’Europa: l’immigrazione di massa che va assolutamente fermata“. Infine la polemica con l’altro gruppo euroscettico del Parlamento europeo, l’Efdd del M5S e dell’Ukip: “L’80 per cento delle volte votano in maniera diversa, ma cosa ci fanno insieme?”, si chiede la Le Pen, che invita “chiunque condivida le nostre idee ad unirsi a noi”. Il gruppo “Europa delle nazioni e della libertà” viene così formato dalla Lega Nord, dal francese Front National, dal Pvv olandese, dal Fpo austriaco, dal Vlaams Belang belga e da tre eurodeputati indipendenti in rappresentanza di Gran Bretagna e Polonia  di Alessio Pisanò